Felpa – Paura

felpapauracopertinagrande1

(Audioglobe/Sussidiaria/Sfera Cubica)

Metti un intimista a comporre musica e viene fuori un dialogo interiore. Felpa è l’anima insonne di Daniele Carretti (Magpie, Offlaga Disco Pax) e nasce dalla sua necessità di raccontarsi. Paura, secondo album solista che verrà rilasciato il 2 febbraio 2015, è un disco di isolamento, dove si rifugiano i tormenti che ci assalgono quando restiamo soli. Il leitmotiv è quello della paura, o meglio delle paure, e si lega in un continuum emotivo al precedente Abbandono (2013). Un flusso di coscienza sulle cose finite, talvolta prematuramente, sulle attese, sui turbamenti notturni. Suonare diventa un modo per esorcizzarli, una terapia.

Il 13 gennaio è uscito il primo singolo, Inverno (insieme alla B-side Rimmel, cover di Francesco De Gregori): malinconico e affascinante. Presente, passato e futuro si confondono. Concepite e registrate in casa a Reggio Emilia, la maggior parte durante la notte, le tracce sono sofferenti e rassicuranti allo stesso tempo. Le parole scivolano aderenti tra le linee di chitarra, il suono prende la forma di uno stato d’animo e arriva dove il linguaggio verbale traccia i suoi confini. Il pattern di batteria, mai invadente, scandisce le volte in cui il cuore arriva in gola e ti rapisce. I ricordi passati di Felpa diventano i nostri, grazie anche al sound filo 90s, fortemente nostalgico. Il tasso emotivo è alto, le trame melodiche sono curate quanto basta. Innesti wave culminano in essenze shoegaze che ti trasportano nello Spazio.

Quando certi momenti sembrano finiti nella più remota camera oscura della mente, eccoli che si rifanno vivi. E ci si sente persi. Ma bisogna affrontarli. I riverberi prodotti dalle estese chitarre distorte e dai delay raggiungono anni sonori lontani. I testi sono sinceri e parlano chiaro. Paura è un’atmosfera, uno stato d’animo in cui perdersi. L’unica cosa di cui Carretti non ha paura  è di mettersi a nudo, senza rivelarci troppi dettagli, lasciando spazio all’immaginazione. Un disco da ascoltare in solitudine, al massimo da condividere con un’altra persona.

Emanuela La Mela

Tracklist

  1. Buio
  2. Inverno
  3. Momenti
  4. Accanto a te
  5. Paura mai
  6. Sempre dopo
  7. Spazio
  8. Stanotte
  9. Estate
  10. Luce

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...