Release Me – I 3 dischi del mese – Luglio

leebannonsmall

Ogni mese 3 dischi imperdibili scelti da Luca Impellizzeri per L’Eretico su Marte.

lee bannonLee Bannon – Pattern Of Excel (Ninja Tune)

Il disco del producer di Sacramento è più che un disco, è una galleria stroboscopica di paesaggi sonori, un electro-ambient che conquista anche se può risultare arduo al primo ascolto. Più vicino all’essenzialità del britannico Actress piuttosto che al più vario conterraneo Flying Lotus, Pattern Of Excel è un altro ottimo tassello del valido mosaico Ninja Tune. Mentale.

bridgesLeon Bridges – Coming Home (Columbia)

Vecchi soulmen crescono. Se i vari D’Angelo, Bilal e compagnia bella li si suol definire neo-soul, a Leon Bridges invece calza a pennello l’appellativo di old-school soul; Coming Home è sixties dalla testa ai piedi, dal sound tipicamente Motown fino all’artwork del disco. Molto Cook, Redding e il fermento sociale del Sud di quegli anni. Nostalgico.

megbaird_dwdtl_psMeg BairdDon’t Weigh Down the Light (Drag City)

Don’t Weigh Down the Light è un disco dagli arrangiamenti ricchi, che si sposano a meraviglia con lo stile vintage della Baird (sapiente fingerpicking/vocal, molto a là Joni Mitchell). Album alt-folk che ricorda a tratti il recente Primrose Green di Ryley Walker, ma con meno jazz e più psichedelia. Barocco.

Luca Impellizzeri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...