Premio produzione italiana dell’anno alla Compagnia Zappalà Danza di Catania

CZD_LaNona_phSerenaNicoletti
Sono stati annunciati da poche ore i vincitori del Premio Danza & Danza 2015, ideato dall’omonima rivista specializzata che ogni anno premia il meglio della scena nazionale e internazionale in ambito di danza.
Quest’anno il premio per la migliore produzione italiana è andato alla Compagnia Zappalà Danza di Catania con lo spettacolo La Nona, ideato da Roberto Zappalà, ex equo con il Romeo e Giulietta del Junior Balletto di Toscana. Lo spettacolo, la cui prima assoluta è andata in scena lo scorso maggio al Teatro Massimo Bellini di Catania , è nato sulle composizioni originali della nota sinfonia beethoveniana trascritte su partitura per due pianoforti da Franz Liszt, suonate dal vivo dai pinaisti Luca Ballerini e Stefania Cafaro, accompagnati dal controtenore Riccardo Angelo Strano. Dodici i danzatori della Compagnia che hanno composto il corpo di ballo: Maud de la Purification, Filippo Domini, Alain El Sakhawi, Sonia Mingo, Gaetano Montecasino, Gioia Maria Morisco Castelli, Marco Mantovani, Adriano Popolo Rubbio, Fernando Roldan Ferrer, Claudia Rossi Valli, Ariane Roustan e Valeria Zampardi.

CZD2_LaNona_phSerenaNicoletti3“Opera significativa perché idealmente viene a colmare anche la distanza tra la sua sede operativa Scenario Pubblico e l’istituzione tradizionale della città, il Teatro Bellini ove ha debuttato con grande successo, La Nona firmata da Roberto Zappalà per la sua bella compagnia é l’ultima impegnativa tappa del processo di maturazione artistica di un autore che da sempre usa la danza per riflettere sull’esistenza e sui valori dell’umanità. Il sommo Beethoven trascritto per due pianoforti da Liszt, fa da cornice e nume tutelare a questa perlustrazione intorno alla parola ‘amore’ e alla parola ‘fratellanza’ affidata alla danza energica, rigorosa, strutturata di Zappalà, capace di vibrare di chiaroscuri energici e espressivi e comunicare così emozioni e turbamenti. Dal caos in cui l’umanità ha mosso i primi passi fino all’armonia universale di un Amore celebrato senza generi e limiti, Zappalà ci suggerisce che al di là di tutto solo per il fatto che esistiamo in quanto ‘corpi’ e spirito, si realizza il senso della vita e la necessità di una fratellanza che accomuna tutti. Un messaggio su cui riflettere ora più che mai.”010_internet_franziska_strauss_79A7901_internet

Queste le motivazioni della Commissione che hanno accompagnato l’assegnazione del premio.
La prossima tappa dello spettacolo è in programma il 5 febbraio al Teatro A.Ponchielli di Cremona.

Foto: Serena Nicoletti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...