Cammarata – Dimartino live @Zo (Catania): dentro il mondo raro di Chavela Vargas

15337645_10209812098251014_4171354603227936807_n

In Italia sono ancora in pochi a conoscere la fama di Chavela Vargas, eppure si tratta di una figura dall’aura ormai leggendaria, definita anche come l’Edith Piaf messicana, che ha cavalcato l’onda di una vita da romanzo. Cantautrice costaricana naturalizzata messicana, comincia a farsi conoscere cantando per strada, avviandosi verso un lungo percorso di alti e bassi tra celebrità, alcolismo, depressione, frequentazioni illustri e complicati (ma mai nascosti) amori omosessuali, su tutti la nota relazione con Frida Khalo. Dopo gli anni bui dell’alcolismo, protrattisi per un’intera decade, pensa a rilanciarla all’inizio dei ’90 gente come Werner Herzog e Pedro Almodovar, fino alla partecipazione al film Frida che la consacra a livello mondiale.
Dalla Sicilia Fabrizio Cammarata e Antonio Di Martino hanno intrapreso un viaggio che li ha portati dritti al cuore del Messico sulle tracce di Chavela, passando al setaccio tutti i luoghi-chiave della vita della cantautrice e raccogliendo testimonianze dirette attraverso biografi, amici, fino agli stessi musicisti che l’affiancavano durante i concerti. Viaggio da cui sono nati un disco, Un mondo raro, contenente alcuni dei pezzi più significativi dell’artista messicana, riarrangiati dai due cantautori palermitani in italiano, e un romanzo biografico ispirato alla sua vita. Venerdì 2 dicembre al Centro Zo l’occasione per il pubblico catanese di assistere alla presentazione ufficiale del progetto, in attesa dell’uscita ufficiale del disco il 19 gennaio.
Sul palco un set scarno e acustico settato sulle splendide voci di Cammarata e Di Martino accompagnate dalle sole chitarre acustiche, perché la sostanza, quando c’è, arriva diretta e immediata senza bisogno di effetti speciali. L’atmosfera si fa subito familiare e intimista mentre la vita di Vargas viene pian piano rievocata come in un variopinto mosaico che si ricompone pezzo dopo pezzo, canzone dopo canzone, tra aneddoti e storie che i due menestrelli palermitani intrecciano con sapiente maestria sul filo di quell’inestricabile bandolo di eros e thanatos di cui la cultura messicana è pregna fino al midollo. Anche la trasposizione dei brani in italiano funziona egregiamente senza far perdere nulla al lirismo dei brani originali in spagnolo, l’intreccio armonico delle voci di Di Martino e Cammarata pensa al resto e fa viaggiare il pubblico su un suggestivo binario Sicilia-Messico andata e ritorno dove i paesaggi dei due mondi sembrano alternarsi senza soluzione di continuità. C’è spazio anche per qualche ripescaggio dai rispettivi repertori personali dei due cantautori, riarrangiati per l’occasione in chiave latina: arriva così una delicatissima e sognante versione de I Calendari di Di Martino seguita da un rifacimento altrettanto emozionale di Misery di Cammarata. Si raggiunge il culmine con l’esecuzione de La Llorona, brano da cui tutto ha avuto inizio, come lo stesso Cammarata racconterà, e che da dieci anni a questa parte non manca mai nelle scalette dei live del songwriter palermitano rappresentando per lui una vera e propria ossessione e l’interpretazione intensa e vibrante non lasciano dubbi in merito.
Si conclude infine con un inatteso classico del folklore siciliano: la celebre Vitti ‘na crozza trasformata come per magia in un instant classic della musica ranchera ribattezzata in spagnolo Vi una calaverita.
Una serata densa e indimenticabile, molto più di un concerto, molto più di un semplice omaggio: un vero e proprio viaggio dentro il mondo raroo di Chavela Vargas, un mondo tutto da esplorare.

Live report: Marco Salanitri
Foto: Alessandra Lanzafame

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...