Dogman (M. Garrone, 2018)

Dogman

Premio come miglior attore (Marcello Fonte) all’appena conclusa 71° edizione del Festival del cinema di Cannes, Dogman di Matteo Garrone è un’opera eccellente. Ambientato in un paesaggio astorico, che è un po’ la Scampia di Gomorra un po’ l’Ostia di Suburra, un po’ una campagna italiana essiccata sulla quale si innesta la bozza di una cementificazione fallita, paradigma di tanta periferia siciliana e italiana. È la creazione scenografica di un originale e intimo far west romanescofono, scandito dal rombo di una motocicletta, prodromo della prepotenza. Continua a leggere

Annunci

Heaven will wait – Marie-Castille Mention-Schaar (2016)

415372_jpg_1003x0_crop_q85
Heaven Will Wait
(Le ciel attendra, Francia 2016) di Marie-Castille Mention-Schaar è generalmente presentato come un film sul fenomeno dei foreign fighters, ma non lo è. L’indottrinamento alla jihad subìto dai giovani europei è raccontato, sì, ma è – in fin dei conti – una ‘devianza’ come un’altra rispetto la regolare vita delle vittime. Continua a leggere

Belluscone. Una storia siciliana – Franco Maresco (2014)

bellu2-799x500
Concludeva il VII Sciacca Film Fest la proiezione di “Belluscone. Una storia siciliana” di Franco Maresco, fresco di premio (sezione Orizzonti) al Festival del Cinema di Venezia. Cornice all’opera incompiuta è la ricerca del critico cinematografico Tatti Sanguineti che, persa la sua peculiare impronta rapsodica, vaga per i vicoli di Palermo sconsolato, con passo noir, indagando sulle ragioni dell’interruzione delle riprese e sul misterioso ritiro del regista Maresco. Continua a leggere