Per una psicopatologia da classifica – Altri sei strumenti per trovare la musica che fa al caso vostro

altri sei strumenti
Siete stanchi del solito mappazzone propinato dalle radio locali vs. radiofonia nazionale e vi aspettano dieci ore di guida no stop? State cercando musica da tempo disperatamente e non sapete come fare a trovarne di nuova?
Con il precedente articolo (vedi: le migliori fonti) vi ho condotto per mano fino al sito del mitico Scaruffone. Continua a leggere

Annunci

Per una psicopatologia da classifica – Le 10 canzoni che troverete in autoradio (facendo autostop in Turchia)

autostop
Se rimani senza lavoro in Sicilia, cosa fai? Emigri. Io, data la carenza di opzioni, ho optato per una scelta un po’ più radicale: fare il Servizio Volontario Europeo in un paese (quasi) in guerra.
La Turchia, in particolare, l’avevo vista solo attraverso i film di Fatih Akin o i racconti di qualche amico. Non sapevo minimamente dove cribbio stessi andando, ma soprattutto: non sapevo una cippa del rock anatolico. Una cippa. Continua a leggere

Dieci canzoni per un eretico Natale

nbc-movie-photo-61-1024x608
Chi non ha mai avuto per un motivo o per un altro delle canzoni natalizie? Canzoni a tema specifico o che per un motivo o per un altro riconduce inevitabilmente ad uno dei periodi contemporaneamente più amati e più odiati dell’anno.
Alcuni di noi eretici hanno dunque deciso di rovistare nella memoria dei ricordi e ripescare alcuni di questi pezzi, ecco la nostra selezione. Continua a leggere

Playblack – (Can’t) Fuck tha police

nwa
Cinematografiche commemorazioni declinabili al presente.

Quando infiliamo le pantofole per poi metterci comodi in poltrona e gustarci un film del genere biopic, spessissimo ci capita di non immedesimarci, almeno storicamente, con ciò cui stiamo assistendo. Magari stabiliamo sin da subito un rapporto di umana empatia con i personaggi in questione, con i loro sentimenti che per un po’ proviamo a far nostri, ma le vicende sembrano lontane anni luce dalla realtà/finzione cinematografica entro cui gli stessi personaggi si muovono; sarebbe un concetto assai caro al maestro Alfred Hitchcock, impavido direttore d’orchestra del brivido in pellicola nonché inguaribile fifone nella vita. Continua a leggere