Compagnia Zappalà Danza | Prima catanese di “I am beautiful” al Teatro Massimo Bellini: poetica dei corpi tra minimalismo e psichedelia

_ser0693
Dopo l’open door di circa un anno fa a Scenario Pubblico, che aveva permesso al pubblico catanese di sbirciare la genesi della nuova produzione di Roberto Zappalà (che vi abbiamo raccontato qui), lo spettacolo I am beautiful ha debuttato ufficialmente il 4 e il 5 gennaio sul palco del Teatro Massimo Bellini di Catania. Continua a leggere

Annunci

Compagnia Zappalà – Instrument 1: 25 anni e non sentirli

492_resize_900_550
La Compagnia Zappalà ha festeggiato, nell’anno appena trascorso, i 25 anni di ininterrotta attività, occasione per la quale il coreografo Roberto Zappalà ha deciso di rimettere in scena domenica 27 dicembre a Scenario Pubblico Instrument 1, lo spettacolo della compagnia più amato e più rappresentato in Italia e nel mondo con oltre 100 repliche complessive. Continua a leggere

Walkabout @ Scenario Pubblico: il cammino del movimento tra origini e contemporaneità

12414324_10153747925960460_2089183943_o
Movement is in our nature; complete calm is death
– Bruce Chatwin (The Songlines)

Lampi di luce squarciano improvvisi l’oscurità, visioni epilettiche svelano il primo vagito silente, strisciante di un danzatore. Tutto parte dal basso, la Terra è madre che genera, nutre, sospinge. E dalla Terra, elemento primordiale, tutto ha inizio. Continua a leggere

Phoebe Zeitgeist, cronaca di un viaggio siderale. Quando il teatro mitteleuropeo si schianta alla fine della Sicilia

bassa4

A pochi giorni dal debutto con “Baal” di Bertolt Brecht al Teatro Franco Parenti di Milano, incontriamo il regista teatrale e fondatore della compagnia Phoebe Zeitgeist,  Giuseppe Isgrò, classe 1980 e un debutto alla regia nel 2008 al Teatro dell’Elfo con lo spettacolo “Line, il tempo” di Agota Kristof. Continua a leggere

Battuage – Meglio di peggio c’è tutto

[Scritto e diretto da Joele Anastasi
Con Joele Anastasi, Federica Carrubba Toscano, Enrico Sortino e Simone Leonardi
Produzione Vucciria Teatro]

Plic! Plic!
La vita cadenzata dal ritmo spersonalizzante dell’acqua che gocciola nei pisciatoi malmessi di un cesso pubblico. Questo lo scenario; quest’altra la promessa allo spettatore: “verrai infastidito da quello che sta per accadere”. La promessa viene mantenuta dalla potenza emozionale della pièce di Joele Anastasi che ci sbatte nelle nostre facce borghesi una realtà stratificata e taciuta, di cui tutti siamo più o meno consapevoli e verso cui comunque agiamo abilmente processi di rimozione. Continua a leggere