L’Università di Catania accoglie Steve Albini: cronaca di un successo annunciato

Quante sono le band passate sotto le instancabili mani di Steve Albini? Se ne stimano tra le 1000 e le 1500, nomi noti e meno noti tra cui Jesus Lizard, PJ Harvey, Low, Slint, Neurosis, Pixies, Sonic Youth, Manic Street Preachers, passando per l’Italia con Zu e 24 Grana, arrivando fino Catania con gli Uzeda e concludendo con la band che dai ’90 in poi ha marchiato a fuoco intere generazioni ribelli: i Nirvana. Un lavoro che si potrebbe definire enciclopedico, portato avanti con perizia chirurgica e devota maniacalità, una vera Bibbia del suono elettrico contemporaneo che attraversa (e crea) generi e territori sonori senza mai rinunciare alla sperimentazione. Continua a leggere