L’artigiano perde tempo: intervista a Simona Norato

22
Materia artigianale, di un fabbro dell’ovest che trova il suo posto all’interno di un presepio sacro e profano di stelle. Madre di una creatura che si fa chiamare La fine del mondo. Un rituale, la bellezza di un viaggio. Simona dice che bisogna avere il coraggio di ascoltare il proprio corpo. Piantare un seme dentro di noi, con cura, farlo crescere fino a farlo sbocciare. Questione di cuore, se così si può dire. Continua a leggere

Annunci

Esclusiva | Se il mondo sapesse, nuovo brano inedito di Simona Norato

Foto © Giuseppe Lanno

Foto © Giuseppe Lanno

A noi eretici piace rompere gli schemi e sparigliare le carte in tavola e non possiamo non apprezzare chi si muove sempre in questa direzione. Oggi tocca a Simona Norato che ancora in piena promozione del suo disco d’esordio La fine del mondo, valsole la finale al Tenco 2015, tira fuori dal suo magico cilindro un brano inedito, non contenuto nel disco, che ci concede in esclusiva assoluta e che noi regaliamo con piacere a voi. Continua a leggere

Simona Norato live @Teatro Coppola: Catania si risveglia per La fine del mondo

22

Mercoledì 11 marzo Simona Norato ha presentato al Teatro Coppola il suo disco d’esordio, La fine del mondo. Gli ospiti iniziano ad arrivare copiosi e puntuali, qualcuno anche in anticipo. C’è chi la consce già, mentre per altri è la prima volta ed iniziano a crearsi spontanee discussioni sul concerto, sulla copertina del disco (c’è anche chi esclama: “mi ricorda delle opere di Andy Warhol!”) che pare abbia creato un certo buzz e un impaziente desiderio di conoscere l’artista e la sua opera. Continua a leggere

Intervista: i Lucio venuti dallo spazio

10452306_1497181910518295_7512155657776283681_n

Abbiamo recuperato dal nostro archivio di materiale inedito una bella e approfondita intervista ai Lucio realizzata quest’estate a Catania in occasione del Pride. Noi eretici consideriamo i Lucio, ovvero Giuseppe Lanno e Antonio Russo, una delle più interessanti novità del panorama indipendente, con un’anima per metà palermitana (guardacaso) e per metà salernitana. Il duo ha già prodotto un primo geniale ep, Tutti successi, prodotto da Giuseppe Rizzo, Gabriele Giambertone e Simona Norato, ed un secondo ep di remix, Lucio for ever, pochi mesi dopo. Ma questo non è che l’inizio, perché la band ha già pronto molto altro materiale interessante ed inedito che ha già rodato nei molti live portati in giro per lo stivale nei mesi appena trascorsi. Nonostante l’attuale fase di transizione, dovuta all’abbandono (temporaneo o definitivo, chi vivrà vedrà) di Antonio Russo, i Lucio continuano ad esistere ora più che mai. Ma non chiedetelo a loro, la risposta sarà sempre la stessa: Lucio non esiste! Continua a leggere