L’artigiano perde tempo: intervista a Simona Norato

22
Materia artigianale, di un fabbro dell’ovest che trova il suo posto all’interno di un presepio sacro e profano di stelle. Madre di una creatura che si fa chiamare La fine del mondo. Un rituale, la bellezza di un viaggio. Simona dice che bisogna avere il coraggio di ascoltare il proprio corpo. Piantare un seme dentro di noi, con cura, farlo crescere fino a farlo sbocciare. Questione di cuore, se così si può dire. Continua a leggere

Simona Norato – La Fine Del Mondo

11036205_1064852096865140_2321557634355581040_n

(I dischi della Fionda)

Un tempo lontano, un suono ancestrale da un lato, veggente dall’altro. Era da tempo che non si vedeva qualcosa di consacrato, storico ancora prima di nascere. Si distingue per la sua essenza personale ed originale, che non troverete da nessuna parte. Un lavoro importante per la musica italiana. Come si fa a non essere orgogliosi della propria Terra quando si ha davanti un’opera come La Fine del mondo? Continua a leggere