Stranger things 3, ovvero l’orrido e le sue manifestazioni al tempo di Netflix

 

Stranger things, la serie televisiva “teen tv shows”, “tv thriller” e “tv horror” creata dai Duffer Brothers, è giunta alla terza stagione. Nata come una scaltra ma insufficiente rievocazione di topoi thriller-horror, ispirati largamente a Stephen King, reitera adesso l’asfitticità di schemi già visti, ma offre nondimeno un campione da laboratorio sulle esigenze (indotte) del pubblico di massa. E degli escamotage per rattoppare i gap della scrittura. Continua a leggere

The Hateful Eight – Quentin Tarantino (2015)

12499290_10209321766708191_1782414524_o
LA MORTE DI UNA NAZIONE

È un po’ paradossale che più Quentin Tarantino tenti di alzare il tiro più la critica reagisca in direzione contraria demolendo le sue opere per una questione di stile. Dopo il successo planetario di Le Iene e Pulp Fiction, la sorpresa Jackie Brown raggelò un po’ gli animi: ma come, Tarantino si mette a fare un film teorico? Senza sangue o smembramenti di carne, senza i balli scatenati di John Travolta e Uma Thurman? Continua a leggere