Twerps – Range Anxiety

cover__twerps_900px

(Merge Records)

Nell’epoca della comunicazione digitale, dell’iper-interattività e della socialità 2.0, si viene facilmente a stretto contatto con i propri artisti e gruppi preferiti; spiamo le loro vite su Facebook, osserviamo i loro scatti su Instagram, leggiamo i loro pensieri su Twitter. A volte guardo con sentimento di romantica ammirazione ai tempi in cui la musica era velata di (più o meno) sottile mistero, in cui scorgere il “dietro le quinte” delle rockstars era un privilegio destinato a pochi fanatici, costretti ad estrarre il succo dalle interviste, comprare le biografie, e nel più fortunato dei casi iscriversi ad una fanzine. Sentimento che non mi ha sfiorato quando, ascoltando una playlist diffusa – pardon, condivisa dai Real Estate in occasione dell’uscita dell’album Atlas, ho avuto modo di scoprire i Twerps tramite le note di Coast to Coast. Un’autentica rivelazione, confermata dall’ascolto dell’omonimo debutto del 2011, aperto da quella Dreamin’ che è entrata di diritto nel novero delle canzoni che porterei con me su un’isola deserta. Continua a leggere